Il mio account

CORSO A DISTANZA con ECM in Neuroscienze affettive e violenza: dal trauma all’acting out violento

IN PROGRAMMAZIONE

La ricerca ha mostrato come il trauma possa avere effetti pervasivi sullo sviluppo della mente e del cervello e interferire con lo sviluppo neurobiologico. A seguito delle esperienze traumatiche, le persone possono sperimentare un’alterazione dell’attenzione e della reattività. L’attivazione ripetuta può, nel tempo, produrre una disregolazione emotiva. La conoscenza dei processi regolatori può contribuire a spiegare come vengano attivati i comportamenti violenti e aggressivi e a comprendere come si possa perdere il controllo, non contenendo una reazione emotiva intensa. 

Lezioni in streaming e laboratori. Modalità ibrida in presenza e a distanza.

Monte ore complessivo: 50 ore. 

Destinatari

Il Master è rivolto a laureandi in psicologia, Psicologi, specializzandi e Psicoterapeuti e laureandi in medicina Medici, avvocati, operatori dei CAV e dei CAM, operatori delle Forze dell’Ordine.

Obiettivi formativi

Il Master si propone di fornire i fondamenti teorici e le abilità pratiche per la prevenzione e il trattamento delle relazioni violente in particolare per la valutazione dei fattori di rischio. 

Moduli e Contenuti

  • Neuroscienze affettive;
  • Strumenti self-report e specifiche interviste utilizzate nel protocollo Offender®*;
  • Valutazione e training neurofisiologico, attraverso l’utilizzo del Biofeedback e Neuro feedback;
  • Psicotraumatologia, mindfulness e terapia sensomotoria applicati alle relazioni violente;
  • Laboratori.

Partecipanti: fino a cinquanta.

Docenti:

Dott.ssa Tiziana Calzone psicologa psicoterapeuta, coordina l’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia ed è autrice di numerosi articoli scientifici e libri specialistici

Dott. Massimo Lattanzi psicologo psicoterapeuta e dottore in Scienze Forensi, coordina l’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia ed è autore di numerosi articoli scientifici e libri specialistici

Dott.ssa Carmen Pellino psicologa psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale e consulente tecnico di parte, collabora con l’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia

*L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia è un’organizzazione di volontariato (ODV), fondata a Roma nel 2001, che si occupa della prevenzione e del contrasto di ogni forma di violenza. Dal 2007 ad oggi, ha accolto un’ampia popolazione, essenzialmente di genere maschile di presunti autori di violenza e stalking. L’equipe multidisciplinare A.I.P.C. applica ai presunti autori e alle presunte vittime il proprio protocollo scientifico integrato, denominato Offender®. Il protocollo ha dimostrato di ridurre il rischio recidiva dei destinatari, contribuendo al contrasto della trasmissione intergenerazionale della violenza. In particolare, le ultime due ricerche hanno evidenziato su basi scientifiche le origini traumatiche delle relazioni violente e i meccanismi che mantengono il ciclo del trauma e della violenza attivo nelle generazioni.

Podcast AIPC serie “Passeggeri Notturni”

La serie tv descrive, in dieci puntate, alcune dinamiche presenti nelle relazioni violente. Il...

Ebook AIPC corto “La bambola di pezza”

Alla 79° mostra di Venezia è stato presentato il corto “La bambola di pezza”,...

Podcast AIPC corto “La bambola di pezza”

Alla 79° mostra di Venezia è stato presentato il corto “La bambola di pezza”,...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui