Il mio account

Le lesioni cerebrali traumatiche innescano la riorganizzazione della rete neurale

Da uno studio della Tufts University School of Medicine, è emerso che gli effetti di un trauma cranico (TBI) si estendono ben oltre il sito iniziale dell’impatto, colpendo l’intero cervello e alterandone le varie funzioni tra cui quelle cognitive e motorie.

I ricercatori hanno utilizzato tecniche di imaging per osservare e registrare le interazioni tra le diverse aree cerebrali in seguito a un trauma cranico, mentre il cervello lavorava per creare nuove connessioni neurali.

Il periodo di osservazione è stato di tre settimane, durante il quale i topi hanno alternato periodi di attività (come correre su una ruota) e periodi di riposo; i ricercatori hanno potuto così valutare i cambiamenti nell’attività cerebrale.

Dalla ricerca è emerso che i traumi cranici hanno un grave impatto sull’intero cervello, e non solo sull’area colpita dalla lesione.

Il cervello, a sua volta, mette in atto una risposta adattiva creando nuovi percorsi neurali che ne aumentano la plasticità e la resilienza.

L’equipe multidisciplinare dei professionisti volontari dell’AIPC si occupa di approfondire le conoscenze attuali sul trauma a livello psico-biologico.

Il trauma influenza i sistemi di analisi dell’informazione che a loro volta controllano il funzionamento biologico dell’individuo, dalle funzioni vegetative fino al ciclo riproduttivo (AA.VV., AIPC Editore 2021).

Poiché i traumi cranici sono una delle principali cause di disabilità e morte, la comprensione della capacità di adattamento e recupero del cervello fornisce importanti speranze per un trattamento di tale patologia.

L’intervento terapeutico per poter essere efficace deve essere personalizzato per il paziente e coinvolgere l’intervento di numerose discipline quali la logopedia e la fisioterapia.

Comprendendo ulteriormente la plasticità neurale, gli scienziati sperano di poter sviluppare dei trattamenti efficaci che siano in grado di mitigare le conseguenze a lungo termine dei traumi cranici.

Il recupero della connettività cerebrale in seguito a trauma cranico, è associato a un miglioramento della cognizione e della memoria, suggerendo un importante collegamento tra connettività ed esito funzionale.

E-book AIPC “Rubrica Delitti Familiari settimana dal 17 al 23 febbraio 2024”. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link: https://www.centroitalianonarcisismo.it/2024/02/26/ebook-aipc-rubrica-delitti-familiari-settimana-dal-17-al-23-febbraio-2024/

Podcast AIPC “Rubrica Delitti Familiari settimana dal 17 al 23 febbraio 2024”. È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link: https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2024/02/26/podcast-aipc-rubrica-delitti-settimana-dal-17-al-23-febbraio-2024/

È possibile iscriversi a Webinar “L’Algoritmo della violenza” della Settimana del Cervello 2024 scaricando la scheda d’iscrizione cliccando sul link: https://www.traumaeviolenza.it/2024/02/19/webinar-gratuito-lalgoritmo-della-violenza-14-marzo-2024-ore-1730_1900/

BIBLIOGRAFIA

Eric W. Dolan (2024) “Traumatic brain injuries trigger neural network reorganization”, Psypost https://www.psypost.org/neuroscience-traumatic-brain-injuries-trigger-neural-network-reorganization/;

Bottom-Tanzer, S., Corella, S., et al. (2024). Traumatic brain injury disrupts state-dependent functional cortical connectivity in a mouse model. Cerebral cortex (New York, N.Y. : 1991), vol. 34(2).

AA.VV., (2021) “Il trauma nel corpo. Parte uno: la funzione delle emozioni”. AIPC Editore
https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2021/06/01/il-trauma-nel-corpo-parte-uno-la-funzione-delle-emozioni/

AIPC Editore © 2024. Riproduzione Riservata

Ebook AIPC “Rubrica Delitti Familiari mese di giugno 2024.

Le vittime del mese di giugno sono state 70, 28 vittime sono di genere femminile...

Ebook AIPC “Rubrica Delitti Familiari settimana dal 27 giugno al 3 luglio 2024”.

La rubrica Weekly riporterà i casi della settimana e permetterà un monitoraggio ancora più...

Podcast AIPC “Rubrica Delitti Familiari mese di giugno 2024.

Le vittime del mese di giugno sono state 70, 28 vittime sono di genere femminile...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!