Il mio account

Sintesi del primo incontro del “III ciclo di aggiornamento professionale sulla violenza organizzato dall’AIPC in collaborazione con la Questura di Roma”

Nell’ambito della Settimana della Violenza 2023 organizzata dai professionisti dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia si è svolto il 23 novembre 20203 dalle ore 09:00 alle ore 12:30 presso la sala Conferenze dell’A.I.P.C. il secondo incontro del III° Ciclo di aggiornamento professionale sulla Violenza in collaborazione con la Questura di Roma. All’incontro hanno partecipato tredici operatori esperti del “codice rosso”, l’incontro è iniziato con la presentazione dei partecipanti e della loro provenienza, Commissariati di Roma e Provincia o Procura della Repubblica.

I partecipanti hanno condiviso le loro esperienze personali e professionali sulla violenza.

Le aspettative espresse dai partecipanti sul corso di aggiornamento sono quelle di acquisire ulteriori strumenti di prevenzione e contrasto alla violenza e di condividere le esperienze con i colleghi.

Successivamente ha preso la parola il Dottor Massimo Lattanzi, Psicologo Psicoterapeuta e Presidente dell’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia che ha introdotto il tema della violenza e il suo profondo legame con il trauma.

Qui è possibile ascoltare i podcast di Formazione Continua Violenza sul canale Spotify dell’A.I.P.C.

https://open.spotify.com/show/3CWpZW8pFqFexLfg1CiOWQ?si=oNN7YmmLQMq0crAEVeYH-w

Il dottore ha presentato l’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia, un ETS che dal 2001, anno della sua fondazione, si occupa di violenza in genere, in modo circolare e attraverso vari dipartimenti. Nel 2002, è stato fondato l’Osservatorio Nazionale Stalking e nel 2007 il Centro Presunti autori di Violenza e Stalking.

Il dottor Lattanzi ha mostrato una panoramica delle attività svolte dall’Associazione, sottolineandone l’approccio rigorosamente scientifico. La scientificità della ricerca e dell’approccio al tema della violenza è fondamentale, infatti, proprio a causa dell’impossibilità di trattare efficacemente tale fenomeno senza una profonda conoscenza di esso, delle sue cause e dei suoi legami.

Nel 2011, con la collaborazione particolare della dott.ssa Tiziana Calzone, della dott.ssa Carmen Pellino e del dott. Massimo Lattanzi, ha strutturato il protocollo scientifico integrato A.I.P.C. Scientific Violence Screening che prevede un assessement specifico della valutazione del rischio. Il protocollo A. S. V. S. forse unico sul panorama internazionale è applicato alla popolazione di persone che hanno vissuto (subito, agito e assistito) condotte violente. Il protocollo prevede colloqui clinici, una valutazione psicofisiologica, una psicodiagnostica specifica e un percorso integrante psicotraumatologia, mindfulness e terapia sensomotoria.

Il biofeedback e il neurofeedback permettono di valutare l’attivazione di un soggetto in risposta a stimoli stressanti e i suoi tempi di recupero e di ritrovare l’autoregolazione.

DONACI IL 5×1000. Nella dichiarazione dei redditi inserisci il nostro Codice Fiscale: 97238660589

Questi parametri possono avere uno stretto legame con la tendenza alla ruminazione, una strategia di coping disadattiva che prevede la focalizzazione passiva e ripetuta sui sintomi della propria sofferenza e sulle situazioni che li generano. Questo processo può essere strettamente legato, in maniera circolare, alla nascita e al mantenimento di alcuni disturbi mentali.

In conclusioni, una giovane donna ha narrato le problematicità vissute in una relazione violenta e nello sporgere denuncia, ora le difficoltà sono la conseguenza dalla mancata applicazione delle misure cautelari.

I partecipanti nel feedback conclusivo hanno sottolineato la volontà di realizzare le loro aspettative e hanno ringraziato la donna oggetto di violenza, esprimendole la loro vicinanza.

Lo sportello di ascolto ed orientamento dell’A.I.P.C. sulla violenza è dedicato a tutte le persone senza distinzione di genere e di ruolo ricoperto (vittime, autori e familiari) e propone a richiesta e con il versamento di un contributo spese, una valutazione psicodiagnostica e psicofisiologica e training individuali, di coppia, di gruppo e familiari. Per chi si occupa o intende occuparsi di violenza con strumenti scientifici l’A.I.P.C. propone, con il versamento di un contributo spese, in presenza o a distanza, una formazione specialistica e una supervisione sia individuale che di gruppo.

Il numero unico A.I.P.C. è il 3924401930 attivo tutti i giorni festivi compresi dalle ore 12:00 alle ore 16:00 e la e-mail è aipcitalia@gmail.com.

E-book AIPC Rubrica Delitti Familiari settimana dal 18 al 24 novembre 2023. È possibile sfogliare gratuitamente l’ebook cliccando sul link:

https://flipbookpdf.net/web/site/f15fb1f382c0227afb0b4e5c1a89b83af5b8b1e9202311.pdf.html

Podcast AIPC Rubrica Delitti Familiari dal 18 al 24 novembre 2023.  È possibile ascoltare gratuitamente il podcast cliccando sul link:

https://www.formazionecontinuaviolenza.it/2023/11/27/podcast-aipc-rubrica-delitti-settimana-dal-18-al-24-novembre-2023/

AIPC Editore © 2023. Riproduzione Riservata.

Ebook AIPC “Rubrica Delitti Familiari mese di giugno 2024.

Le vittime del mese di giugno sono state 70, 28 vittime sono di genere femminile...

Ebook AIPC “Rubrica Delitti Familiari settimana dal 27 giugno al 3 luglio 2024”.

La rubrica Weekly riporterà i casi della settimana e permetterà un monitoraggio ancora più...

Podcast AIPC “Rubrica Delitti Familiari mese di giugno 2024.

Le vittime del mese di giugno sono state 70, 28 vittime sono di genere femminile...

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!